Russia, 'arruolate' modelle in lingerie per convincere i giovani a votare
Un appello all'elettorato a dir poco piccante

Una modella in topless davanti alla bandiera russa che studia una brochure, un'altra che si prepara a votare in lingerie e dice "Benvenuto nel mondo degli adulti". E' una campagna a dir poco piccante quella pubblicata dall'edizione russa della rivista Maxim per invogliare i giovani ad andare alle urne. Video e foto dal contenuto erotico sono apparsi sul sito del magazine, ma non è chiaro chi stia finanziando i contenuti targati 'Elections: Adults Only', apparsi anche sui social network e su YouTube.

Certo è che, in un Paese dove la vittoria del presidente Vladimir Putin è praticamente scontata, l'affluenza diventa un obiettivo chiave per le autorità. Il Cremlino punta al 70% di partecipazione per fornire a Putin un mandato forte, mentre il leader dell'opposizione Alexei Navalny, che è stato escluso dalla corsa, chiede di boicottare i sondaggi bollandoli come una farsa.

Sull'insolito appello all'elettorato dice la sua l'analista politico Konstantin Kalachev. "Le nostre elezioni sono un festival, un carnevale, e in un carnevale è permesso l'erotico", dichiara all'Afp. Pur elogiando la qualità degli spot, Kalachev ritiene improbabile che questi contenuti aumentino l'affluenza in una campagna elettorale poco brillante e con un risultato così prevedibile. "Semmai sarà il contrario, perché confermano che le elezioni si sono trasformate in un circo senza argomenti seri", prosegue l'esperto. Sulla questione finanziamenti, “è impossibile scoprire appieno chi ha ordinato e pagato" le clip, spiega Kalachev, sottolineando che il Comitato elettorale centrale ha negato qualsiasi coinvolgimento.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata