Rouen, funerali di Jacques Hamel, il prete sgozzato dai jihadisti
Gremita la cattedrale, presente il ministro dell'Interno Cazeneuve

Una settimana dopo l'attacco jihadista presso la chiesa di Saint Etienne du Rouvray, in Normandia, oggi la cattedrale di Rouen, nel nord della Francia, ospita i funerali di Jacques Hamel, il sacerdote 86enne morto per mano di due giovani appartenenti allo Stato Islamico.

Alle esequie hanno preso parte il ministro dell'Interno Bernard Cazeneuve, mentre la messa è stata presieduta dall'Arcivescovo di Rouen, Dominique Lebrun, dal suo predecessore, Jean-Charles Décubes, e dall'arcivescovo di Marsiglia e Presidente della Conferenza Episcopale Francese Georges Pontier. All'interno della cattedrale si sono raccolte 1500 persone, cui si aggiungono le centinaia all'esterno, il tutto sotto strette misure di sicurezza.

Il presidente francese Francois Hollande, originario di Rouen, non ha partecipato alla cerimonia, ma ha tenuto ieri un incontro con il sindaco di Saint Etienne du Rouvray, Hubert Wulfranc, durante il quale quest'ultimo lo ha ringraziato per il sostegno delle autorità. Quello di Hamel è stato il primo omicidio di un sacerdote in Francia per mano di terroristi, anche se negli ultimi anni sono stati sventati numerosi piani di attentati nelle chiese.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata