Rosato (Pd): "Berlusconi deve scegliere come ha fatto la Merkel"
Intervista al capogruppo Pd sulle elezioni tedesche. Forza Italia deve decidere se allearsi o no con i populisti nostrani

In Germania come nel resto d'Europa, "la destra e i populisti cavalcano rabbia e paure e incrementano i loro consensi". Ecco perché "il centrosinistra deve essere unito e non fare marginale testimonianza" ed ecco perché Silvio Berlusconi deve scegliere, come ha fatto Angela Merkel, da che parte stare. Ettore Rosato, (nella foto) capogruppo del Pd alla Camera, commenta con LaPresse, il risultato del voto in Germania.

L'indebolimento di Angela Merkel e la prima volta dell'ultradestra di Afd in Parlamento che segnali sono per l'Europa?

Sicuramente è un indebolimento del fronte Ue in Germania e questo può rappresentare un problema per tutti noi. E' la rappresentazione evidente che cavalcare rabbia e paure serve a populisti e destra per incrementare loro consensi.

La destra è destinata a crescere anche nelle altre cancellerie europee?

Non è la prima volta che la destra è forte in Europa. Afd ha preso gli stessi voti della Le Pen in Francia. Certo fa impressione vedere un risultato del genere in Germania, ma anche in Italia Salvini e Meloni hanno più o meno gli stessi voti. Destra e populismo si mettono insieme in un'alleanza che non costruisce ma enfatizza e risponde a paure.

Che ruolo ha l'Italia in questa Europa?

In questo quadro il ruolo dell'Italia in Europa è sempre più importante per la tenuta dell'architettura europea. E' necessario fare ancora numerosi passi avanti e non tornare indietro. In quest'ottica l'unica garanzia politica è il Pd.

Walter Veltroni dice che c'è bisogno di alternanza e non di grandi tradizioni, della nettezza dell'identità...

Sono assolutamente d'accordo. E' proprio perché crediamo nella necessità di ricostruire il centrosinistra che il Pd ha messo in campo questa ulteriore proposta di legge elettorale. Anche Veltroni sa, però, che ci sarà sempre una sinistra antigovernativa e che noi vogliamo sia marginale. Oggi sta a chi sta alla nostra sinistra scegliere tra testimonianza inutile e costruzione di un'alleanza che sia in grado di battere le destre e i populismi.

Anche Berlusconi si propone come argine ai populismi...

In Germania la Merkel ha fatto una scelta chiara: ha scelto di non stare con la destra tedesca e la destra tedesca dice le stesse cose che dicono Salvini e Meloni. Non mi sembra che Berlusconi abbia intenzione di comportarsi come la Merkel.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata