Repubblica Centrafricana, leader ribelle Djotodia sospende Costituzione

Dakar (Senegal), 26 mar. (LaPresse/AP) - Uno dei leader del fronte dei ribelli Seleka, Michel Djotodia, che ieri si era autodefinito presidente della Repubblica Centrafricana, ha deciso di "sospendere la Costituzione del 27 dicembre 2004 e sciogliere il Parlamento e il governo". Parlando ieri sera alla radio Rfi, Djotodia ha specificato che governerà per decreto e ha detto di voler rimanere al potere per altri tre anni, cioè fino alla fine del mandato che avrebbe dovuto ricoprire il presidente François Bozizé. Quest'ultimo è fuggito dal Paese dopo l'entrata dei ribelli nella capitale sabato. Ma la situazione non è chiara. Un altro leader dei ribelli Seleka, Nelson N'Jadder, aveva detto ieri infatti di non riconoscere Djotodia come capo di Stato, spiegando che gli accordi prevedevano l'avvio di un periodo di transizione di 18 mesi dopo il quale sarebbero state organizzate le elezioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata