Regno Unito, possibile inchiesta su morte infermiera dopo scherzo Kate

Londra (Regno Unito), 9 dic. (LaPresse/AP) - La polizia di Londra ha contattato le autorità australiane per valutare se aprire un'inchiesta sulla telefonata alla clinica in cui era ricoverata Kate Middleton ad opera di due dj, che si erano spacciati per la regina Elisabetta e il principe Carlo e che sono stati immediatamente sospesi a tempo indeterminato. Quello che apparentemente sembrava uno scherzo divertente, infatti, si è trasformato in tragedia. I conduttori radiofonici australiani avevano chiamato l'ospedale King Edward VII fingendo di essere, appunto, la regina e il principe Carlo e chiedendo informazioni sulla salute di Kate. Dall'altro capo del telefono un'infermiera aveva fornito ogni dettaglio, ignorando che si trattasse di uno scherzo.

Il giorno successivo, Jacintha Saldanha, 46 anni, la donna che per prima aveva risposto al telefono, è stata trovata morta e secondo informazioni non confermate si sarebbe tolta la vita, gettando un'ombra su quello che avrebbe dovuto essere soltanto un aneddoto divertente. Intanto il principe William ha fatto la sua prima apparizione pubblica al Winter Whites Gala da quando la casa reale ha confermato la gravidanza di Kate. Ai giornalisti che lo attendevano fuori dalla Royal Albert Hall di Londra, il duca di Cambridge non ha detto una parola sulle condizioni di salute della moglie, dimessa qualche giorno fa dall'ospedale.

In Australia, il board della compagnia Southern Cross Austereo, proprietaria della radio 2DayFM, si è riunito e ha stabilito che rivedrà le politiche interne dell'emittente. I vertici aziendali hanno anche discusso di una lettera ricevuta dall'ospedale di Londra. Il presidente della compagnia, Max Moore-Wilton, ha a sua volta inviato una lettera al direttore della clinica, promettendo piena collaborazione nelle indagini. "Posso assicurarvi - si legge - che stiamo agendo velocemente e rivedendo le pratiche dell'emittente".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata