Regno Unito, online l'archivio dei testamenti: anche Dickens e Turing

Londra (Regno Unito), 27 dic. (LaPresse/PA) - Milioni di testamenti, tra cui quelli di Charles Dickens, Winston Churchill, Alan Turing e Beatrix Potter, sono consultabili online. Il governo del Regno Unito ha reso disponibile il suo intero archivio di testamenti attraverso un database su internet, in cui il pubblico può cercare tra 41 milioni di documenti risalendo sino al 1858. Sarà possibile non solo condurre ricerche con cui conoscere la propria famiglia, ma leggere anche le volontà di personaggi famosi e influenti.

Dopo che i primi documenti erano stati resi disponibili lo scorso anno, ora è possibile chiedere un testamento online e riceverne una copia elettronica entro dieci giorni lavorativi. Tra le volontà che sarà possibile leggere ci sono anche quelle del matematico Alan Turing, di recente interpretato da Benedict Cumberbatch nel film 'The Imitation Game'. Genio che svelò il sistema di cifratura dei nazisti, perseguitato negli anni '50 perché omosessuale, Turing si uccise con una vela avvelenata al cianuro. Lasciò un breve testamento, contenente le istruzioni per dividere le sue proprietà tra i colleghi e la madre.

Il creatore del personaggio per l'infanzia Winnie-the-Pooh, Alan Alexander Milne, morto nel 1956, nelle sue volontà lasciò parte dei suoi diritti alla sua squadra preferita e alla Westminster School. Charles Dickens quando morì nel 1870 lasciò un testo scritto a mano in carattere corsivo, mentre la scrittrice Beatrix Potter che creò il personaggio Peter Rabbit scrisse un lungo e approfondito testo, che rifletteva il suo amore per la natura.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata