Regno Unito, ex spia russa in ospedale: contatto con sostanza sconosciuta
Sergei Skripal trovato privo di sensi su una panchina a Salisbury. Cremlino: "Non abbiamo informazioni sull'accaduto"

Il Cremlino sostiene di non avere informazioni sull'ex agente russo Sergei Skripal, trovato privo di sensi su una panchina a Salisbury, nel Regno Unito, dopo l'esposizione a una sostanza sconosciuta e che ora si trova in ospedale in condizioni critiche. "Vediamo che è accaduta una cosa tragica", ha detto ai giornalisti il portavoce del presidente Vladimir Putin, Dmitrij Peskov, "ma non abbiamo informazioni su quale potrebbe essere la causa e cosa abbia fatto questa persona".

Peskov ha aggiunto che Londra non ha avanzato alcuna richiesta di assistenza nell'indagine aperta dalla polizia dopo il ritrovamento. Alla domanda se la Russia fosse pronta a collaborare, Peskov ha risposto, affermando che "Mosca è sempre pronta alla cooperazione".

Skripal è stato condannato a 13 anni di prigione per spionaggio nel 2006, prima di ottenere asilo politico in Gran Bretagna nel 2010 dopo uno 'scambio di spie' di alto profilo avvenuto tra Russia e Stati Uniti. Il caso ricorda quello di Aleksandr Litvinenko, altra ex spia russa morta a Londra dopo essere stata avvelenato con il polonio radioattivo.

Commentando la notizia, Andrei Lugovoi, parlamentare russo che è anche uno dei principali sospettati nel caso Litvinenko, ha detto che la Gran Bretagna "soffre di fobie" e potrebbe usare questo episodio per danneggiare la Russia prima delle presidenziali del 18 marzo.

"In vista delle elezioni e a causa delle nostre azioni in Siria, la vicenda Skripal potrebbe essere trasformata in una provocazione anti-russa", ha detto all'agenzia di stampa Interfax.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata