Referendum su media esteri: Renzi bocciato, per tedeschi esito tragico
Come viene raccontata la notizia dalla Francia al Regno Unito, dalla Germania agli Stati Uniti

La notizia dell'esito del referendum costituzionale italiano occupa le home page delle versioni online delle principali testate internazionali, molto spesso in apertura. L'attenzione è per la bocciatura della riforma e le dimissioni del premier Matteo Renzi, così come per i possibili futuri scenari politici ed economici a livello nazionale ed europeo.

Nel Regno Unito, Bbc apre l'edizione online con la notizia 'Il premier italiano si dimette dopo la pesante sconfitta elettorale', mentre il Telegraph con un 'live' in apertura titola 'Matteo Renzi si dimette da premier italiano dopo la schiacciante sconfitta nel cruciale referendum costituzionale'. Apertura anche sul Guardian, con 'Renzi si dimette da premier dopo pesante sconfitta al referendum', definito 'di grande rischio'. The Times inserisce la notizia nella colonna di destra, scrivendo 'Europa in subbuglio dopo la sconfitta del premier italiano'. Anche l'Economist apre con 'Il referendum in Italia. Renzi respinto', così come il Financial Times con 'Renzi dimissionario dopo la sconfitta al referendum. L'Italia affronta nuova crisi'. The Sun inserisce la notizia nella colonna di destra dell'home page, titolando 'Europa in bilico. Timore per Italexit mentre il premier Matteo Renzi si dimette dopo la schiacchiante sconfitta al referendum'.

In Francia, Le Monde apre con 'Italia: Renzi si dimette dopo il massiccio rifiuto della riforma costituzionale', accompagnato da analisi sui possibili futuri scenari, sulle opposizioni politiche e sulla ricaduta economica. Les Echos apre con la notizia: 'Euro in calo dopo la vittoria del no al referendum in Italia' e con un'analisi intitolata 'Sapore d'incompiuto per Renzi dopo mille giorni al potere'. In controtendenza Liberation, che apre con l'attesa dell'annuncio della candidatura alle presidenziali francesi del premier Manuel Valls e mette il referendum come seconda notizia, titolando anch'esso sull'annuncio delle dimissioni di Renzi. Lo stesso per France Info, che come seconda notizia scrive 'Matteo Renzi ha sottostimato la sua bassa popolarità', e Le Figaro, per cui 'Matteo Renzi si dimette dopo il no alla sua riforma', con approfondimenti sul 'Movimento 5 Stelle, attuale laboratorio di populismo transalpino' e sulla ricaduta economica del voto.

In Germania, Der Spiegel apre con 'Punizione per il demolitore' e commenta: 'Italia e Ue vanno verso tempi tempestosi'. Die Welt inserisce anch'esso la notizia in apertura e titola 'Renzi combatte le lacrime mentre si dimette'. Il Frankfurter Allgemeine Zeitung apre con il titolo 'Troppo audace o troppo stupido', definendo l'esito 'tragico perché la riforma sarebbe stata significativa, per l'Italia e per l'Europa'. In un commento, aggiunge: 'Gli oppositori di Renzi non sono interessati al futuro dell'Italia', 'coloro che ora sono vittoriosi non hanno piani per se stessi'.

Negli Stati Uniti, il New York Times inserisce una notizia nella sottosezione 'Mondo' dell'home page, 'Il premier italiano Matteo Renzi annuncia dimissioni dopo no alla riforma'. Il Wall Street Journal apre sia l'edizione europea, sia quella statunitense, con la notizia: 'Il primo ministro italiano lascia dopo che gli elettori infliggono dolorosa strigliata'. Apertura anche per Cnn, con una grande foto di Renzi a testa china e il titolo 'Il mio governo finisce qui', accompagnato da analisi su 'Italia sulla via di lasciare l'Ue?', 'Chi è Beppe Grillo' e 'Può il populismo scuotere l'Europa?'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata