Putin: Russia estranea all'hacking al comitato Democratico
Intervista del presidente russo a Bloomberg

"Voglio ripeterlo: non so nulla di questo, e a livello di Stato la Russia non ha mai fatto questa cosa". Lo ha dichiarato il presidente russo, Vladimir Putin, affermando di non sapere chi sia il responsabile dell'attacco hacker al Democratic National Commitee, il comitato che guida il partito democratico americano. In un'intervista a Bloomberg, Putin ha definito inoltre la violazioni di email e documenti un servizio pubblico, sostenendo che non sia importante chi l'abbia fatto: "Importa chi abbia violato queste informazioni?", "la cosa importante è che il contenuto sia stato dato al pubblico". Le autorità americane hanno accusato hacker assoldati dal governo di Mosca degli attacchi ai server, sfociati nella pubblicazione online di 20mila email private appena prima della convention democratica di luglio.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata