Putin consegna il passaporto russo a Steven Seagal
Nel 2013 aveva ottenuto cittadinanza russa anche Depardieu

Il presidente russo, Vladimir Putin, ha consegnato all'attore statunitense Steven Seagal il passaporto russo, presentando il fatto come un simbolo di come i difficili legami tra Mosca e Washington stiano iniziando a migliorare. Al Cremlino, Seagal ha firmato il suo nuovo documento di fronte a Putin, che ha commentato: "Voglio congraturalmi con lei ed esprimere la speranza che questo sia un altro, seppure piccolo, gesto e che possa essere un segno della graduale normalizzazione delle relazioni tra i nostri Paesi". Alla richiesta di commentare da parte del presidente russo, Seagal ha risposto: "Tutto a posto. Parleremo dopo. Per ora, sono solo onorato di esser qui".

Putin, fan delle arti marziali che spesso Seagal ha praticato nei suoi film d'azione hollywoodiani, ha firmato a inizio mese un ordine per concedergli la cittadinanza russa. Un portavoce aveva allora motivato la scelta con "i sentimenti d'affetto verso la Russia" di Seagal e la sua notorietà. Per oltre un decennio l'americano, che secondo il suo stesso sito web ha 64 anni, ha regolarmente fatto visita alla Russia. Seagal non è il primo straniero noto a ottenere la cittadinanza russa. Nel 2013 Putin l'ha conferita all'attore francese Gerard Depardieu.

 

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata