Protesta record per detenuto palestinese, senza cibo da 102 giorni

Gerusalemme, 22 lug. (LaPresse/AP) - Quello di Akram Rikhawi, che rifiuta il cibo da 102 giorni, è diventato lo sciopero della fame più lungo di sempre per un prigioniero palestinese detenuto in una prigione israeliana. L'uomo sta scontando una condanna a nove anni di carcere per l'accusa di aver trasportato attentatori suicidi. Da tempo chiede il rilascio per motivi di salute, tra cui il fatto di soffrire di diabete e asma. Il 39enne, spiega Anat Litvin, di Physicians for Human Rights-Israel, ha urgente bisogno di essere visitato da uno specialista di pneumologia e da un neurologo. Lo sciopero di Rikhawi iniziò il 12 aprile scorso, appena prima di quello a cui presero parte in massa 1.200 prigionieri palestinesi per chiedere migliori condizioni di detenzione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata