Praga, animalisti di 269Life marchiati a fuoco: Basta violenza

Praga (Repubblica Ceca), 27 giu. (LaPresse/AP) - Si sono fatti marchiare a fuoco 11 attivisti per i diritti degli animali di Praga, per protestare contro gli allevamenti e le crudeli pratiche che vi vengono praticate. Sui solo corpi è stato impresso con ferri incandescenti il numero 269, dal movimento 269Life che ha fatto del 'branding' (marchio a fuoco) il segnale distintivo delle sue proteste contro le violenze inflitte agli animali e contro gli allevamenti intensivi. È lo stesso numero che i fondatori avevano letto sulla pelle di un vitello in un caseificio israeliano. Il gruppo è nato a Tel Aviv, in Israele, lo scorso anno e ha debuttato proprio con una dimostrazione in cui gli animalisti si facevano marchiare a fuoco.

Il video pubblicato su YouTube è stato visto 270mila volte, mentre la pagina del movimento su Facebook conta quasi 34mila 'mi piace'. Da allora, piccoli gruppi sono nati in tutti il mondo e hanno tenuto proteste simili in Italia, Stati Uniti, Argentina e altri Paesi. "Vogliamo mostrare la sofferenza e l'orrore che gli altri animali affrontano ogni giorno nel totale disinteresse", si legge sul sito web di 269Life. "Marchiare gli animali è roba da tutti i giorni, mentre marchiare un essere umano è considerata un'atrocità", ha dichiarato un attivista durante la dimostrazione a Praga, mentre l'odore di carne bruciata riempiva l'aria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata