Posti i sigilli alla sede di Amnesty International a Mosca
Cambiate le serrature e staccata l'elettricità, personale chiuso fuori

I sigili sono stati posti alla sede di Amnesty International a Mosca, bloccando così l'accesso al personale. Lo ha fatto sapere Alexander Artemyev, che lavora per l'organizzazione, raccontando che sigilli sono stati apposti agli ingressi degli uffici, le serrature sono state cambiate e l'elettricità è stata staccata. Nessuna notifica era stata data in precedenza dalle autorità, ha sottolineato.

Le organizzazioni per la difesa dei diritti che ricevono finanziamenti dall'estero e sono critiche verso il Cremlino sono state messe sotto pressione da quest'ultimo, negli ultimi anni. Alcune sono state dichiarate "agenti stranieri", venendo così sottoposte a intensi controlli da parte delle autorità. John Dalhuisen, direttore del programma Europa e Asia centrale di Amnesty International, ha pubblicato su Twitter una fotografia dei sigilli, accompagnata dal commento: "L'ufficio di Amnesty a Mosca sigillato dalle autorità municipali stamattina. Non divertente. Al lavoro per risolvere".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata