Polonia, scontri in marcia per festa nazionale: 50 feriti, 270 arresti

Varsavia (Polonia), 12 nov. (LaPresse/AP) - Più di 50 poliziotti sono rimasti feriti negli scontri scoppiati ieri durante una marcia organizzata da gruppi nazionalisti in occasione del Giorno dell'indipendenza a Varsavia, in Polonia. I teppisti, ha riferito Ewa Gawor, direttrice dell'ufficio per la sicurezza del municipio di Varsavia, hanno provocato danni materiali per circa 90mila zloty (21mila euro). Nei disordini, ha fatto sapere, sono state arrestate circa 270 persone. Ieri, così come negli ultimi anni, agenti sono stati aggrediti con pietre, ciottoli e mortaretti lanciati da partecipanti alla manifestazione dei nazionalisti. Le autorità hanno rifiutato di vietare la marcia motivando la decisione con alcuni provvedimenti in vigore, mentre una legge mirata a ridurre gli episodi di teppismo è bloccata al Parlamento. Durante la marcia ufficiale guidata dal presidente Bronislaw Komorowski non si sono verificati incidenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata