Polonia, eletto il primo sindaco apertamente gay del Paese

Varsavia (Polonia), 1 dic. (LaPresse/AP) - Nel ballottaggio delle elezioni locali di ieri in Polonia è stato eletto il primo sindaco apertamente gay del Paese. Si tratta di Robert Biedron, che aveva già fatto la storia nel 2011 diventando il primo deputato apertamente gay a essere eletto in Parlamento: ieri è stato scelto come primo cittadino di Slupsk, nel nord della Polonia. La sua elezione emerge dai risultati diffusi oggi. È un segnale di crescente tolleranza per gli omosessuali in un Paese che a lungo è stato definito profondamente impregnato di conservatorismo cattolico.

Nelle elezioni dei Parlamenti regionali e delle amministrazioni comunali c'è stato un numero record di candidati apertamente gay, ma nessuno degli altri oltre a Biedron ha ottenuto seggi. La maggior parte di loro è giovane ed era candidata per la prima volta; molti di loro erano candidati per partiti di sinistra, che hanno ottenuto scarsi risultati.

"Vedo quanto velocemente la società polacca ha imparato la lezione di tolleranza" quindi "sono molto ottimista, felice e orgoglioso della società polacca", aveva detto Biedron in un'intervista rilasciata ad Associated Press venerdì. I media locali parlano adesso di 'Effetto Biedron' per riferirsi ai numerosi candidati omosessuali. Nel 2004 a Varsavia erano ancora vietate le marce per i diritti dei gay e l'omosessualità era considerata un grande taboo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata