Pedofilia, cardinale Barbarin condannato a sei mesi per aver coperto abusi

L'arcivescovo di Lione dichiarato "colpevole di non avere denunciato" molestie avvenute tra il 2014 e il 2015

Il cardinale Philippe Barbarin, arcivescovo di Lione, è stato condannato in Francia a sei mesi di carcere con sospensione condizionale della pena, con l'accusa di non avere denunciato abusi sessuali su minorenni compiuti da un prete della sua diocesi. In assenza del cardinale, la presidente del tribunale Brigitte Vernay lo ha dichiarato "colpevole di non avere denunciato" cattivi trattamenti verso un minorenne avvenuti fra il 2014 e il 2015.

Il cardinale ha annunciato che "nei prossimi giorni" presenterà le dimissioni al Papa, dopo avere "preso atto" della condanna. "Ho deciso di andare a vedere il Santo Padre per presentargli le dimissioni. Mi riceverà fra qualche giorno", ha detto l'arcivescovo di Lione, 68 anni. "Indipendentemente dalla mia sorte personale, ci tengo a ribadire la mia compassione per tutte le vittime", ha aggiunto.

Gli avvocati di Barbarin hanno annunciato immediatamente che presenteranno ricorso: "La motivazione del tribunale non mi convince. Contesteremo dunque questa decisione con tutti i canali legali utili", ha riferito Jean-Félix Luciani.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata