Paura in Canada, van travolge pedoni in centro a Toronto: 10 morti e 15 feriti
Il conducente, dopo essersi dato alla fuga, è stato arrestato. Non è ancora chiaro se si tratti di un incidente o di un atto deliberato

Terrore a Toronto, in Canada, dove all'ora di pranzo un furgone bianco è piombato sul marciapiede della Yonge Street, affollata via del centro città, travolgendo i passanti. Il bilancio confermato dal vice capo della polizia, Peter Yuen, è di almeno 10 morti e 15 feriti. Il conducente del van, Alex Minassian, uno studente 25enne canedese di origine armene affetto da disturbi mentali, è stato arrestato dopo aver tentato la fuga: gli agenti lo hanno intercettato e bloccato a bordo del mezzo. L'uomo avrebbe estratto una pistola e rivolto l'arma a un poliziotto, prima di essere ammanettato e portato via in auto dalle forze dell'ordine.

"La collisione", scrive la Toronto Police su Twitter, "si è verificata alle 13.27", le 19.27 italiane, senza precisare però se si tratti di un atto deliberato o di un incidente. Il movente del gesto non è ancora chiaro: le piste degli investigatori spaziano dal semplice incidente a un possibile attacco premeditato. Non è esclusa l'ipotesi di terrorismo. Intanto il premier canadese, Justin Trudeau, ha espresso vicinanza alle vittime: "I nostri pensieri sono con tutte le persone colpite". E, rivolgendosi ai parlamentari, ha detto: "Avremo più informazioni da condividere con i canadesi nelle prossime ore". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata