Patagonia, parete di ghiaccio si stacca dal Cerro Torre

Le spettacolari immagini riprese dall'alpinista russo Dmitry Golovchenko

È una delle cime più splendide e iconiche, ma anche la più difficile da scalare al mondo. Ora, però, il Cerro Torre – che si trova in Patagonia, lungo il confine tra Cile e Argentina – soffre dei cambiamenti climatici. La riprova è questo incredibile distaccamento di una parete di ghiaccio lungo la Parete Est, sul versante argentino della vetta, verificatasi lo scorso 27 febbraio. Le cause di questo distaccamento non sono ancora chiare, ma potrebbe essere una combinazione tra calore, piogge intense a quote molto elevate e, ovviamente, la verticalità della parete. Le immagini sono state riprese dal mitico alpinista russo Dmitry Golovchenko. La storica cima fu conquistata nel 1974 dal gruppo dei Ragni della Grignetta, conosciuto anche come Ragni di Lecco.