Panama Papers, Londra: Agiremo velocemente in caso di reati
"Abbiamo chiesto all'ICIJ di condividere con noi i dati trapelati che sono stati da loro ottenuti", ha dichiarato Jennie Granger, direttrice generale dell'HM Revenue and Customs

Il governo britannico ha chiesto una copia dei dati trapelati dallo studio legale Mossack Fonseca, per esaminarli e agire "velocemente" nell'eventualità di casi di evasione fiscale. Tra i nomi dei personaggi che sarebbero coinvolti nelle operazioni fiscali offshore c'è anche quello del padre del premier David Cameron, Ian Cameron. La questione è destinata a causare imbarazzo per il primo ministro, noto oppositore dell'evasione ed elusione fiscale.

"Abbiamo chiesto all'ICIJ (Consorzio internazionale dei giornalisti investigativi, ndr) di condividere con noi i dati trapelati che sono stati da loro ottenuti", ha dichiarato Jennie Granger, direttrice generale dell'HM Revenue and Customs per l'accertamento e la compliance, dipartimento non ministeriale del governo britannico responsabile della raccolta delle tasse. "Esamineremo con attenzione queste informazioni e agiremo su di esse in modo veloce e appropriato", ha affermato.
 


 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata