Panama Papers, Le Monde: Coinvolto fondo legato a Strauss-Kahn
Un fondo di investimento lussemburghese, presieduto sino al 2014 dall'ex direttore generale del Fondo monetario internazionale ha aiutato a creare 31 società nei paradisi fiscali

Un fondo di investimento lussemburghese, presieduto sino al 2014 dall'ex direttore generale del Fondo monetario internazionale Dominique Strauss-Kahn e oggi fallito, ha aiutato a creare 31 società nei paradisi fiscali. Lo ha fatto sapere Le Monde, citando i dati contenuti nei cosiddetti Panama Papers. Il fondo Leyne, Strauss-Kahn & Partners (LSK), creato dal socio Thierry Leyne, aprì e amministrò imprese in paradisi come Seychelles, Panama, Hong Kong, Isole vergini, per clienti come produttori audiovisivi o investitori francesi, scrive il quotidiano francese. Il fondo si sarebbe servito della filiale Assya Asset Management Luxembourg (AAML) per gestire le società, i cui dati appaiono nei documenti trapelati.
 

La maggior parte delle strutture avrebbe aperto conti bancari con sede in Svizzera, Lussemburgo, Panama e Hong Kong con il presunto obiettivo di "dissimulare l'identità reale dei beneficiari dei fondi", ha scritto Le Monde. Specifica tuttavia che l'attivitù dell'AAML risale a prima dell'arrivo di Strauss-Kahn alla presidenza del LSK nell'ottobre 2013. A marzo la procura francese ha aperto una indagine sul LSK per frode in banda organizzata e abuso di beni sociali e di fiducia, dopo che il fondo ha lasciato un passivo di circa 100 milioni di euro.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata