Panama Papers, arrestato un informatico di Mossack Fonseca
Non ci sono prove che l'uomo arrestato sia responsabile della fuga di notizie di aprile

Un informatico dell'ufficio di Ginevra dello studio Mossack Fonseca dal quale sono filtrati ad aprile i Panama papers è stato arrestato diversi giorni fa perché sospettato di avere recentemente rimosso una grande quantità di dati. Lo riporta il quotidiano svizzero Le Temps, citando una fonte vicina al caso. Un portavoce dell'ufficio del procuratore di Ginevra ha confermato a Reuters l'apertura di un'indagine a seguito di una denuncia presentata dalla società, ma non ha aggiunto altri dettagli.
 

Mossack Fonseca, studio legale con sede a Panama, è al centro di una massiccia fuga di dati legata agli affari offshore, nota appunto come 'Panama papers'. Secondo il quotidiano, non ci sono prove che l'uomo arrestato sia responsabile della fuga di notizie di aprile.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata