Palestinese coinvolto nell'omicidio di un colono, Israele gli demolisce la casa
L'esercito israeliano ha demolito la casa di un palestinese accusato di essere coinvolto nell'omicidio di un colono israeliano, Raziel Shevah, ucciso nel gennaio scorso. Si tratta dell'abitazione di Ahmad Konba, che si trovava a Jenin, in Cisgiordania. I soldati israeliani sono arrivati di notte, hanno fatto uscire tutti dall'abitazione, evacuato quelle vicine e piazzato delle cariche esplosive per poi far saltare in aria la casa. Fonti militari israeliane riferiscono che durante le operazioni sono stati esplosi colpi d'arma da fuoco e lanciato esplosivi contro i soldati: un paramilitare sarebbe rimasto ferito in modo lieve. Israele è solito demolire le case dei terroristi come deterrente, i palestinesi invece ritengono questa consuetudine una punizione collettiva.