Palestina, anche Spagna annuncia sì in voto Onu per Stato osservatore

Madrid (Spagna), 28 nov. (LaPresse/AP) - La Spagna si pronuncerà a favore del riconoscimento della Palestina come Stato osservatore non membro nel voto di domani all'Assemblea generale Onu. Lo ha annunciato in Parlamento il ministro degli Esteri, José Manuel Garcia Margallo, spiegando di ritenere si tratti del modo migliore per andare verso la pace in Medioriente. Ieri lo stesso annuncio è stato dato dalla Francia, il cui ministro degli Esteri Laurent Fabius ha spiegato che risponderà positivamente alla richiesta dell'Anp "per questione di coerenza". Di diverso parere gli Stati Uniti, tra i principali alleati di Israele, che da tempo hanno annunciato il proprio no. E ieri l'Australia ha annunciato l'astensione.

Per presentare la richiesta il presidente dell'Anp Mahmoud Abbas si recherà direttamente a New York e parlerà davanti ai rappresentanti dei 193 Paesi membri dell'Assemblea. Il portavoce dell'Olp ha fatto sapere che i palestinesi stanno chiedendo a tutti gli Stati membri di appoggiare la risoluzione mettendosi così "dalla parte giusta della storia". Il passaggio da osservatore permanente a Stato osservatore non membro darebbe alla Palestina più possibilità di essere ammessa in altri organi Onu, come la Corte penale internazionale. Sostegno esplicito alla richiesta, intanto, è arrivato anche dal leader di Hamas, Khaled Meshaal.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata