Palestina, Abbas: Chiederò riconoscimento Stato a Onu

Ramallah (Cisgiordania), 16 set. (LaPresse/AP) - Il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha confermato che chiederà al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il riconoscimento dello Stato palestinese. Abbas chiederà infatti la prossima settimana che la Palestina diventi membro a tutti gli effetti dell'Onu. La richiesta rischia di essere bloccata dal veto degli Stati Uniti. Nel suo discorso al popolo palestinese, Abbas ha ammesso che la sua richiesta all'Onu non metterà fine all'occupazione israeliana e ha messo in guardia su illusioni esagerate. "Non vogliamo creare alte aspettative dicendo che torneremo con la piena indipendenza", ha detto rivolto ai leader. Ha aggiunto che andrà alle Nazioni Unite per "chiedere al mondo di farsi carico delle proprie responsabilità" sostenendo la creazione dello Stato palestinese in Cisgiordania, Striscia di Gaza e Gerusalemme est. Ha chiesto inoltre al popolo palestinese di evitare la violenza: "Ogni azione non pacifica ci danneggia e sabota i nostri sforzi". Ieri il ministero degli Esteri palestinese Riad Malki ha annunciato che Abbas chiederà il riconoscimento al segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon il 23 settembre, dopo un discorso all'Assemblea generale.

Intanto, la Casa Bianca ha fatto sapere che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama incontrerà il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu la prossima settimana, a margine degli incontri delle Nazioni unite. Ha aggiungto che per ora Obama non ha in agenda di incontrare Abbas. Israele si oppone alla richiesta della Palestina e gli Usa hanno già annunciato che porranno il proprio veto. Sostengono infatti che l'unico modo in cui i palestinesi possono ottenere il riconoscimento come Stato sia attraverso i negoziati diretti con Israele.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata