Palestina, Abbas: Andremo all'Onu, ma non è la fine dei negoziati con Israele

Il Cairo (Egitto), 14 set. (LaPresse/AP) - Gli sforzi per ottenere il riconoscimento dello Stato della Palestina alle Nazioni unite sono "irreversibili" e hanno un vasto supporto internazionale, ma ciò non rappresenta la fine dei negoziati con Israele. È quanto ha dichiarato alla stampa Mahmoud Abbas, presidente dell'Autorità palestinese, in seguito al vertice dei ministri degli Esteri della Lega araba riuniti al Cairo. Durante gli incontri si è discusso dell'iniziativa palestinese presso l'Onu e l'organizzazione ha offerto il proprio sostegno ad Abbas. La Lega araba ha però precisato che i palestinesi dovranno decidere se cercare il riconoscimento passando prima dall'Assemblea generale o se portare la questione al Consiglio di sicurezza. Abbas sostiene di avere il supporto di 126 nazioni e che la volontà di farsi riconoscere dall'Onu non sarà una mossa puramente simbolica. Secondo il presidente, infatti, un eventuale riconoscimento rafforzerà la posizione palestinese nei negoziati con Israele.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata