Pakistan, esplosione durante una processione sciita: 20 morti

Islamabad (Pakistan), 23 ott. (LaPresse/EFE) - Almeno 20 persone sono state uccise e 40 ferite nell'esplosione di una bomba durante una processione religiosa sciita nel sud del Pakistan. Lo riferiscono fonti della polizia spiegando che la maggiore parte delle vittime sono bambini. Si tratterebbe di un attentato kamikaze, secondo quanto dichiarato dal vice ispettore generale della polizia, Rakhio Sain Mirani. L'esplosione è avvenuta nella città di Jacobabad, nella provincia di Sidh. L'attentatore si sarebbe fatto esplodere tra le prime file della processione, in cui si trovavano soprattutto bambini. Il primo ministro pakistano Nawaz Sharif ha condannato fermamente l'attentato esprimendo le condoglianze alle famiglie delle vittime. Le autorità pakistane hanno rafforzato la sicurezza in varie parti del Paese, in occasione delle celebrazioni Muharram, il primo mese del calendario musulmano, quando gli sciiti celebrano la festa di 'Ashura' in ricordo del martirio di Hussein, nipote di Maometto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata