Pakistan, cadono accuse ad agente Fbi arrestato per possesso munizioni

Karachi (Pakistan), 19 mag. (LaPresse/AP) - Sono state fatte cadere in Pakistan le accuse nei confronti dell'agente dell'Fbi Joel Cox, arrestato il 5 maggio perché aveva delle munizioni nel proprio bagaglio. Lo rende noto un agente di polizia pakistano, Khalid Mahmood, affermando che il giudice ha fatto cadere il caso dopo avere ricevuto una lettera dal ministero dell'Interno, in cui veniva attestato che Cox era autorizzato a portare un'arma in Pakistan e che quindi il trasporto di munizioni era legale. Cox era stato fermato al controllo bagagli mentre stava per imbarcarsi su un volo per Islamabad. Il suo arresto avrebbe potuto creare tensioni fra Washington e il Pakistan, ma il clima si è rilassato l'8 maggio, quando a Cox è stata concessa la libertà su cauzione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata