Pakistan, bomba in moschea: 22 morti, talebani rivendicano
E' avvenuto a Parachinar, molti i feriti. Colpito un luogo di culto sciita

E' salito a 22 persone uccise e 70 ferite il numero delle vittime dell'esplosione di un ordigno vicino a una moschea di Parachinar, in Pakistan, attacco che Tehrik-i-taliban Pakistan (Ttp) ha rivendicato. La bomba è esplosa all'ingresso riservato alle donne della moschea sciita del bazaar centrale, mentre i fedeli si radunavano all'edificio religioso per le preghiere del venerdì. A fornire il bilancio delle vittime è stata la polizia locale. I talebani pakistani, Tehrik-i-taliban Pakistan, hanno rivendicato l'azione come parte della loro operazione Ghazi, chiamata così dopo che un leader islamista radicale fu ucciso dalle forze di sicurezza nel 2007.


Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata