Pakistan, attentato in ospedale a Quetta: 40 morti, 50 feriti
Le vittime accoglievano la salma del presidente dell'ordine avvocati

Sale ad almeno 40 il bilancio dei morti nell'eplosione a Quetta in Pakistan: a riferire del tragico bilancio della bomba scoppiata nel reparto di emergenza di un ospedale sono media locali e fonti ufficiali, che parlano anche di 50 feriti. Sanaullah Zehri, primo ministro del Balochistan, ha detto che l'esplosione è avvenuta quando diverse persone tra avvocati e giornalisti erano raccolti per accogliere la salma di Bilal Kasi, presidente dell'ordine degli avvocati del Balochistan. La maggior parte dei feriti sono avvocati mentre tra i morti sono stati identificati avvocati e due giornalisti.

 Zehri ha detto che la militanza si è infiltrata nella provincia come il cancro e che i terroristi stanno ottenendo finanziamenti esteri. Express News ha detto che 40 persone sono state uccise e altre 50 ferite nell'esplosione che è stato a quanto pare effettuata da un attentatore suicida. Secondo gli artificieri sono stati usati da 8 a 10 chili di esplosivo.  La squadra ha detto che hanno trovati resti di arti sul luogo dell'esplosione, che potrebbe essere dell'attentatore, ma le indagini sono in corso per confermare ulteriormente la natura dell'esplosione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata