Paesi Bassi, Viagra testato su donne incinte: morti 11 bambini
Le mamme facevano parte di una sperimentazione per favorire lo sviluppo di piccoli con problemi di crescita nel grembo materno

Nei Paesi Bassi è stato interrotto uno studio sull'uso del Viagra in gravidanza, per favorire lo sviluppo di bambini con problemi di crescita nel grembo materno, dopo la morte di 11 bambini. Il Centro medico universitario di Amsterdam, che ha condotto la ricerca insieme ad altri 10 ospedali nel Paese, ha annunciato che lo studio è stato interrotto dopo la morte dei bambini, e dopo che altri hanno sviluppato una malattia polmonare.

I medici credevano che le proprietà del Viagra di dilatare i vasi sanguigni potessero aiutare a promuovere un migliore flusso di sangue nella placenta e "stimolare la crescita del nascituro", ha detto l'ospedale in una nota.

Lo studio è stato lanciato nel 2015 e nel momento in cui è stato interrotto, la settimana scorsa, un totale di 93 donne aveva ricevuto il Viagra durante la gravidanza, mentre ad altre 90 era stato somministrato un placebo. Diciannove bambini sono morti nell'utero, 11 dei quali probabilmente a causa di una forma di ipertensione nei polmoni che può essere collegata al farmaco. Altri sei bambini sono nati con una condizione polmonare che impedisce loro di ottenere abbastanza ossigeno. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata