Ostaggi Sydney, Uber aumenta costi corse: viaggi gratis dopo critiche

Sidney (Australia), 15 dic. (LaPresse/AP) - Uber ha messo a disposizione rimborsi e passaggi gratuiti alle persone che vogliono lasciare il centro di Sidney, in Australia, dove un uomo armato ha preso alcuni ostaggi all'interno di un bar. La decisione è stata presa dopo che per alcuni minuti le tariffe al miglio per lasciare il centro città sono quadriplicate e la spesa minima da fare ha raggiunto i 100 dollari australiani, pari a 66 euro circa. L'improvviso aumento ha scatenato un'ondata di critiche sui social network. Secondo il sito di tecnologia Mashable, che ha reso nota l'impennata dei costi, l'aumento è stato provocato da un quantitativo di richieste "fuori scala".

Uber, che permette agli utenti di prenotare un servizio taxi tramite un'applicazione, ha subito preso delle contromisure e spiegato di avere usato il sistema automatico di aumento delle tariffe per incoraggiare più automobilisti ad andare online e raccogliere passeggeri. Sul proprio blog di Sidney, Uber afferma di avere avviato le procedure di rimborso per i clienti che hanno già pagato tariffe eccessive e di avere deciso di offrire la corsa a chi vuole lasciare la zona. "Siamo tutti preoccupati dagli eventi in corso a Sidney", scrive Uber sul blog, aggiungendo che i pensieri della compagnia vanno alle persone coinvolte nella crisi e alla polizia del Nuovo Galles del Sud.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata