Onu: Decreto di Trump sui migranti è illegale e malvagio
L'Alto commissario per i diritti umani Zeid: "La discriminazione basata sulla nazionalità è proibita dal diritto umanitario"

Lo stop all'ingresso in Usa dei cittadini di sette Paesi a maggioranza islamica, deciso dal presidente Donald Trump, è "illegale" e "malvagio", nonché un spreco di risorse nella lotta contro il terrorismo. Lo ha detto l'Alto commissario dell'Onu per i diritti umani Zeid Ra'ad Al Husein. "La discriminazione basata sulla nazionalità è proibita dal diritto umanitario", ha commentato Zeid con un messaggio su Twitter.

Sulla questione sono intervenuti inoltre l'Agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr) e l'Organizzazione mondiale per le migrazioni (Oim), che hanno chiesto agli Usa di mantenere la loro "lunga tradizione" di protezione di chi fugge dai conflitti. Secondo fonti delle Nazioni unite, da ottobre scorso le autorità Usa hanno ammesso 25.600 rifugiati. Nell'anno precedente (da ottobre 2015 a settembre 2016) gli Usa hanno accolto quasi 85mila rifugiati.

Contrario al bando anche il ministro degli Esteri francese, Jean-Marc Ayrault. Gli Stati Uniti - ha detto durante una visita a Teheran - dovrebbero revocare le "pericolose" nuove misure sull'immigrazione e "si tratta di discriminazione. Vogliono un chiarimento urgente al più presto dagli americani". Ayrault ha poi definito la misura adottata da Trump "preoccupante e pericolosa", aggiungendo che "questo non ha niente a che fare con la lotta contro il terrorismo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata