Oman, Riad: "Iran responsabile dell'attacco alle petroliere"

(LaPresse) Rimane ancora altissima la tensione nel Golfo, dopo l'attacco dei giorni scorsi a due petroliere. Teheran ha convocato l'ambasciatore britannico, respingendo le accuse di Londra e Washington mentre si allarga il fronte anti-iraniano. I sauditi si accodano alle accuse e chiedono una "risposta rapida", pena il rallentamento delle forniture di petrolio. "Il regime iraniano non ha rispettato la presenza a Teheran del premier giapponese, anzi ha risposto ai suoi sforzi di mediazione attaccando le due petroliere, una delle quali era nipponica", le parole del principe ereditario Mohamed bin Salman.