Olanda, Rutte vince elezioni, dura sconfitta per antieuropeista Wilders

L'Aia (Olanda), 13 set. (LaPresse/AP) - Il primo ministro olandese Mark Rutte ha annunciato la vittoria del suo partito Vvd nelle elezioni legislative del Paese. "Questa notte gioiamo, domani dovremo lavorare per assicurare il prima possibile la creazione di un governo stabile", ha detto Rutte ai sostenitori in un hotel all'Aia. "Lavorerò con voi per aiutare l'Olanda a uscire da questa crisi", ha detto ancora. Ha poi fatto sapere che il leader laburista Diederik Samsom lo ha chiamato per congratularsi con lui della vittoria.

Con il conteggio delle schede concluso nel 98% dei comuni, il partito Vvd dovrebbe ottenere 41 seggi, mentre i laburisti 39, sul totale di 150. Rutte ha definito la vittoria una dimostrazione del consenso alle politiche del suo precedente governo: "Questa è una forte spinta all'agenda che abbiamo delineato per l'Olanda". Il voto è visto come un referendum sul ruolo dell'Olanda in Europa. Gli antieuropeisti radicali ne escono sconfitti, in particolare il Partito del popolo per la libertà e la democrazia del populista Geert Wilders. Secondo le previsioni, il suo schieramento perde otto seggi, calando così a 16.

È probabile che il Vvd di Rutte formi una coalizione con il Partito laburista di Samsom. I colloqui non potranno iniziare fino alla proclamazione ufficiale dei risultati, prevista per lunedì, e fino a quando il nuovo Parlamento si sarà insediato, anche in questo caso non prima della prossima settimana. Rutte, alle domande dei giornalisti, ha detto per ora di non voler commentare la possibilità di una coalizione.

Il Partito di Wilders ha subito gravi perdite. "Preferirei potervi dare una buona notizia, ma gli elettori hanno parlato: abbiamo perso gravemente", ha ammesso Wilders parlando ieri ai propri sostenitori. Il politico ha poi assicurato che il suo schieramento continuerà a "lottare per proteggere l'Olanda dall'Europa, dall'immigrazione di massa e dal super-Stato europeo. Non ci arrenderemo mai".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata