Olanda, Rutte si conferma. Turchia: Presto guerre religione
L'estrema destra guadagna 4 seggi ma non sfonda

Mark Rutte, premier uscente dei Paesi Bassi, si è riconfermato nelle elezioni politiche di ieri che hanno dato 33 seggi al suo Partito Popolare per la Democrazia e la libertà, il VVD. Un dato che oltre ad arginare l'estrema destra dello sfidante Wilders ora apre la porta alla formazione di un governo di centro-destra di coalizione. Infatti il VVD, insieme con i seggi ottenuti dai cristiano democratici del CDA e dai centristi democratici del D66  potrebbero portare ad un esecutivo in minoranza con il sostegno parlamentare di 71 seggi. Peraltro il primo ministro ha già annunciato nel corso di un dibattito radiofonico che, come partner di coalizione, ha in mente sono proprio D66 e CDA. Per il partito della libertà di Geert Wilders (PVV) è stata una mezza debacle: l''estrema destra ha portato a casa 19 seggi, proprio come CDA e D66 che andranno al governo in coalizione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata