Oettinger: "Su bilancio Ue, Italia rischia di danneggiarsi da sola"
Il parere del commissario europeo al Bilancio

"L'Italia è uno dei Paesi fondatori dell'Unione ed anche uno dei suoi maggiori partner. Per questo la sua partecipazione all'Europa è molto importante. Se invece chi sta al governo immagina di bloccare l'approvazione del bilancio, il nostro spazio di azione politica diminuirebbe molto mettendo a rischio il progetto Ue. Per questo a Cernobbio spiegherò il valore aggiunto per l'Italia delle politiche europee e del bilancio Ue per gli anni 2021-2027". Lo ha detto in un'intervista a Repubblica Guenther Oettinger, commissario europeo al Bilancio, che oggi interverrà a Cernobbio al Forum Ambrosetti.

Se Roma bloccasse il bilancio Ue 2021-2017 "si applicherebbe il bilancio 2020 che però penalizzerebbe il vostro Paese rispetto al nuovo quadro finanziario che darà più risorse per i migranti, più fondi di coesione per le regioni del Mezzogiorno e ad altri capitoli di spesa importanti per l'Italia come formazione, Piccole e medie imprese e collegamenti tra Nord e Sud Europa. Questo è uno dei messaggi che porterò a Cernobbio e a Di Maio, Savona e Moavero giovedì prossimo a Roma".

Sulla possibilità di una reazione dei mercati se l'Italia non farà il risanamento strutturale richiesto, Oettinger sottolinea che "nessuno sa quando e perché arriverà la prossima crisi, ma conosciamo le tensioni tra Usa e Cina, i rapporti attuali tra l'America di Trump e l'Europa e il fatto che le banche europee hanno molti titoli turchi. C'è nervosismo, ragion per cui l'eurozona deve ancorarsi a una stabilità che si raggiunge solo se tutti i suoi partner riducono i debiti".

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata