Occupy Wall Street, ore di scontri ad Atlanta e Oakland

Oakland (California, Usa), 26 ott. (LaPresse/AP) - Ore di scontri tra polizia e dimostranti del movimento Occupy Wall Street a Oakland, in California, e ad Atlanta, in Georgia. A Oakland, dopo che ieri 85m persone sono state arrestate in relazione allo sgombero delle tende in cui i dimostranti si erano accampati, gli agenti hanno disperso il gruppo che era arrivato in corteo sino al municipio. Gli agenti hanno riferito di aver risposto con gas lacrimogeni a lanci di sassi, mentre hanno negato di aver utilizzato granate assordanti. Hanno infatti sostenuto che il suono di scoppi che si sentiva nella zona fosse provocato dai petardi lanciati dalla folla contro la polizia. Già ieri, per sgomberare le decine di tende dell'accampamento, la polizia aveva usato gas lacrimogeni e proiettili formati da cuscinetti di sabbia, senza che nessuno rimanesse ferito. Ad Atlanta, invece, decine di poliziotti sono entrati nel parco Woodruff per portare via i dimostranti che non avevano rispettato l'ordine di lasciare l'accampamento allestito sui prati cittadini. Circa 50 persone si sono rifiutate di lasciare il parco e hanno continuato a scandire slogan, anche mentre gli agenti li trascinavano nei bus. Elicotteri hanno sorvolato la zona e illuminato il parco con fari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata