Obama: Sangue Aleppo è sulle mani di Assad, Russia e Iran
Il regime siriano non può provare a ottenere "legittimità" sulla base dei massacri

La responsabilità della "brutalità" di ciò che accade ad Aleppo, è del regime siriano e dei suoi alleati Russia e Iran, che provano a nascondere al mondo "la verità" di quanto accade nella città siriana.Queste le parole del presidente Usa, Barack Obama, nella sua ultima conferenza stampa dell'anno alla Casa Bianca. Il regime del presidente siriano Bashar Assad non può provare a ottenere "legittimità" sulla base dei massacri, ha detto Obama.

"Sangue e atrocità" commessi ad Aleppo sono "sulle mani" del "regime di Assad e dei suoi alleati Russia e Iran", ha aggiunto il presidente Usa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata