Obama loda il Bel Paese: Mi considero italiano onorario
"Questa è l'ultima cena di Stato per la mia presidenza e ci siamo riservati il meglio per la fine"

"Non sono così fortunato da avere antenati italiani, ma mi considero un italiano onorario. Il nostro amore per l'Italia è profondo". Esalta il Bel Paese Barack Obama, accogliendo Matteo Renzi nel giardino della Casa Bianca.

Il presidente Usa scherza poi con il premier: "Oggi è una giornata piacevole perché sancisce l'ultima cena di Stato per la mia presidenza e ci siamo riservati il meglio per la fine e quindi da parte nostra è un grande onore dare il benvenuto a Renzi e alla moglie Agnese".

"C'è un'espressione di Dante che non posso tradurre. 'Fatti non foste a vivere come bruti ma per seguir virtute e canoscenza'. La nostra missione non è seguire la brutalità, ma i valori, la conoscenza. Questa è la scelta per noi oggi e credo che noi non ci stancheremo mai di essere veri amici, partner solidi degli Usa, con questo spirito", risponde Renzi, ribadendo l'importanza del profondo legame che lega i due Paesi.

"Pensiamo alla nostra storia, immaginiamo cinque secoli fa quando un giovane italiano, Amerigo Vespucci, diede il suo nome all'America; e pensiamo a 70 anni fa quando tanti giovani americani hanno sacrificato la loro vita per ridare la libertà all'Italia. Grazie a queste persone", aggiunge il presidente del Consiglio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata