Obama e Cameron: Non ci faremo intimidire da militanti islamici

Newport (Regno Unito), 4 set. (LaPresse/AP) - Si apre oggi in Galles, a Newport, il summit della Nato, incentrato sulla crisi in Ucraina, sulla minaccia dello Stato islamico nel Medioriente e sul ritiro dall'Afghanistan. Il presidente Usa Barack Obama e il primo ministro britannico David Cameron hanno scritto un editoriale per il quotidiano Times, assicurando che "non si faranno intimidire" dai barbari assassini, un riferimento ai militanti dello Stato islamico che hanno ucciso due giornalisti americani. I due leader sembrano suggerire nell'articolo che la Nato dovrebbe svolgere un ruolo nella campagna contro gli insorti, ma non hanno precisato che tipo di azione si aspettano dall'Alleanza.

"Saremo più decisi nella difesa dei nostri valori, non ultimo perché un mondo più libero è parte fondamentale del modo in cui garantiamo la sicurezza della nostra gente", hanno affermato i due leader. I militanti dello Stato islamico hanno rivendicato nelle scorse settimane l'uccisione di due giornalisti Usa, James Foley e Steven Sotloff, entrambi decapitati dopo essere stati rapiti in Siria. Sia Washington che Londra sono inoltre preoccupate per la minaccia posta da persone che partono dall'Europa e dagli Usa per unirsi ai jihadisti. Cameron ha proposto lunedì una nuova legge che offrirebbe alla polizia la possibilità di confiscare i passaporti ai cittadini britannici sospettati di aver viaggiato all'estero per combattere al fianco di gruppi terroristici.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata