Obama dice 'no' a Brexit: Lotta terrorismo più forte con Uk in Ue
L'appello del presidente, che oggi incontrerà la regina a Londra

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, giunto a Londra ieri sera per incontrare oggi la regina Elisabetta II che ieri ha compiuto 90 anni, ha lanciato un appello appassionato dal Daily Telegraph affinché il Regno Unito resti nell'Unione europea, dicendo che "l'Unione europea non modera l'influenza britannica, ma la enfatizza". Secondo Obama questioni come terrorismo, immigrazione e difficoltà economiche possono essere affrontate con maggiore efficacia con il Regno Unito nell'Ue. 

"In questo mondo complicato e connesso le sfide che l'Ue affronta - immigrazione, diseguaglianze economiche, minacce del terrorismo e cambiamento climatico - sono le stesse che affrontano gli Stati Uniti e altri Paesi. E nel mondo di oggi, anche se tutti apprezziamo la nostra sovranità, i Paesi che esercitano in modo più efficace la loro influenza sono quelli che lo fanno tramite l'azione collettiva che le sfide di oggi richiedono", afferma Obama. L'appello giunge a due mesi dal referendum nel Regno Unito sul Brexit, in programma per il 23 giugno. Il presidente Usa oggi è atteso per un pranzo al castello di Windsor con la regina Elisabetta II e il principe Filippo. Dopo pranzo sono in programma colloqui con il premier David Cameron.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata