Obama: Aereo Malaysia abbattuto da zona in mano ai ribelli

Mosca (Russia), 18 lug. (LaPresse) - L'aereo della Malaysia Airlines caduto in Ucraina è stato abbattuto da un territorio in mano ai ribelli filorussi. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, aggiungendo che si tratta di una tragedia globale, e che serve subito un cessate il fuoco. Il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha definito lo schianto del velivolo, Boeing 777 della Malaysia Airlines, un atto di terrorismo. Lo ha detto il presidente ucraino chiedendo l'avvio di un'indagine internazionale sulla vicenda. Il volo proveniva da Amsterdam ed era diretto a Kuala Lumpur.

OBAMA: ABBATTUTO DA ZONA IN MANO AI RIBELLI. Serve un'inchiesta credibile, secondo il presidente degli Stati Uniti. Le prove, ha detto Obama, indicano che il volo della Malaysia Airlines è stato abbattuto da un missile terra aria da una zona controllata dai separatisti filorussi. Obama ha aggiunto che non si tratta della prima volta che i separatisti hanno abbattuto aerei nella regione, e ha notato che un "flusso di sostegno continuo dalla Russia" ha incluso anche armi pesanti e armi anti-aereo.

Anche se ha precisato che le esatte circostanze dell'incidente devono ancora essere determinate, il presidente Usa ha puntato il dito contro la Russia per aver fornito sostegno ai separatisti. Un simile attacco contro un aereo, ha detto il presidente, non sarebbe stato possibile senza il sofisticato equipaggiamento e l'addestramento "e questo arriva dalla Russia". "Ovviamente, stiamo cominciando a trarre alcune conclusioni, vista la natura del colpo che è stato sparato", ha detto Obama. "Ci sono solo alcuni tipi di missili antiaerei che possono arrivare fino a 10mila metri e abbattere un aereo passeggeri". Non crediamo che ci sia un ruolo militare per gli Stati Uniti in Ucraina", ha affermato Obama. Il giorno prima dell'abbattimento del Boeing 777 della Malaysia Airlines, gli Stati Uniti avevano annunciato nuove sanzioni economiche nei confronti della Russia per le sue mosse aggressive sull'Ucraina. Obama ha chiesto un immediato cessate il fuoco per una piena indagine. "E' stata una tragedia globale", ha detto Obama. "Un aereo di linea asiatico, con cittadini da molti Paesi, è stato distrutto nei cieli europei, quindi ci deve essere un'indagine credibile internazionale su cosa è successo". Funzionari dell'Fbi e del National Transportation Safety Board sono in viaggio per l'Ucraina per aiutare a capire cosa è successo, ha detto Obama. Il presidente Usa ha anche aggiunto che a bordo del volo della Malaysia Airlines c'era un cittadino di nazionalità statunitense, aggiungendo che si chiamava Quinn Lucas Schansman. Sul conto del passeggero non sono disponibili ulteriori dettagli, ha aggiunto.

Obama ha parlato brevemente anche della situazione di Gaza, dove Israele ha lanciato un'offensiva di terra. Il presidente ha detto di avere parlato con il premier israeliano Benjamin Netanyahu a proposito delle operazioni in corso e ha ribadito che Israele ha diritto a difendersi. Nessun Paese, ha aggiunto, dovrebbe accettare il lancio di razzi all'interno del proprio territorio. Obama ha aggiunto che Isreale deve cercare di rendere minime le perdite di civili nel corso della sua offensiva di terra nella Striscia di Gaza, controllata da Hamas.

A BORDO AEREO CADUTO 298 PERSONE, 15 DI EQUIPAGGIO. TUTTI MORTI - L'aereo passeggeri malese con a bordo 298 persone, che sarebbero tutte morte, è stato abbattuto su una città nell'est dell'Ucraina. A renderlo noto sulla propria pagina Facebook è stato Anton Gerashenko, consigliere del ministro dell'Interno ucraino.

Secondo l'agenzia del controllo aereo civile ucraino a bordo dell'aereo Malaysia Airlines caduto nell'est dell'Ucraina c'erano 283 passeggeri e 15 membri dell'equipaggio, e si ritiene che siano tutti morti. Lo riporta l'agenzia di stampa russa Itar-Tass, aggiungendo che l'aereo passeggeri, un Boeing 777, è caduto a 60 chilometri dal confine russo.

VELIVOLO COLPITO DA MISSILE - Il velivolo, afferma Gerashenko, è stato colpito da un missile sparato da una batteria lanciamissili Buk, mentre volava a un'altitudine di 10mila metri. Alcuni giornalisti di Associated Press avevano visto nelle ore scorse batterie di questo tipo nella città di Snizhne, nell'est dell'Ucraina.

RECUPERATE SCATOLE NERE. Ci sono voci contrastanti sul ritrovamento delle scatole nere del Boeing 777 di Malaysia Airlines abbattuto ieri nell'est dell'Ucraina. Inizialmente l'agenzia stampa russa Interfax aveva rifertito che i filo-russi avevano recuperato "la maggior parte" delle scatole nere del Boeing.


In seguito è arrivata la smentita da parte del leader separatista Aleksandr Borodai, primo ministro dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk. "Non è stata trovata nessuna scatola nera. Speriamo che gli esperti le rintracceranno per ricostruire quello che è successo" ha detto.

Ora i soccorritori ucraini pare abbiano trovato due scatole nere del Boeing, secondo quanto riportato dall'emittente Russia Today, citando le autorità dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk.

Questa mattina un assistente del comandante militare dei separatisti Igor Girkin aveva detto che erano stati recuperati 8 dei 12 dispositivi per la registrazione di dati del Boeing caduto. Girkin, aveva riferito l'assistente, parlando a condizione di anonimato, stava ancora valutando se garantire accesso al luogo dello schianto agli investigatori internazionali. Gli inquirenti, aveva poi aggiunto, avranno bisogno di autorizzazioni specifiche delle forze separatiste prima di poter fare riprese o scattare foto sul luogo dell'incidente.

KIEV NEGA COIVOLGIMENTO - Kiev nega ogni coinvolgimento. Le forze armate dell'Ucraina non hanno intrapreso azioni contro nessun obbiettivo aereo, ha detto il presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko.

"Non escludiamo che l'aereo sia stato abbattuto, e sottolineiamo che le forze armate dell'Ucraina non hanno intrapreso alcuna azione contro bersagli aerei", ha detto Poroshenko a proposito dell'aereo della Malaysia Airlines precipitato oggi al confine fra Ucraina e Russia. "Siamo sicuri che i responsabili di questa tragedia verranno considerati colpevoli", ha aggiunto il presidente ucraino.

RIBELLI NEGANO RESPONSABILITA'. I ribelli filo-russi dell'autoproclamata repubblica di Donetsk, nell'est dell'Ucraina, non hanno abbattuto l'aereo passeggeri della Malaysia Airlines precipitato oggi vicino al confine russo. Lo ha detto ad Associated Press Andrei Purgin, vice primo ministro dei ribelli, che ha invece accusato le truppe ucraine di avere aperto il fuoco sul velivolo. Purgin non ha offerto alcuna prova a sostegno delle sue affermazioni e Kiev ha già negato di avere aperto il fuoco su bersagli aerei. Fonti del governo ucraino affermano che sull'aereo si trovavano 295 persone.

Un giornalista di Associated Press ha contato i corpi di almeno 22 vittime sul luogo dello schianto del Boeing 777 caduto in Ucraina.

Secondo il cronista di Ap, l'aereo sembra essersi spezzato in volo prima dell'impatto. I rottami del Boeing 777 della Malaysia Airlines sono sparsi in una vasta zona nei pressi del villaggio di Grabovo, ha aggiunto. Nella zona, il giornalista ha visto anche numerosi bagagli e parti dei corpi dei passeggeri

VERIFICHE DELLA FARNESINA - L'unità di crisi della Farnesina afferma di essere in contatto con la rete diplomatica consolare per verificare l'eventuale presenza di italiani sul Boeing 777 della Malaysia Airlines caduto in Ucraina. A bordo del velivolo c'erano 280 passeggeri e 15 membri dell'equipaggio.

La compagnia aerea Malaysia Airlines afferma sul proprio account Twitter di "avere perso i contatti con il volo MH17 da Amsterdam". Il comunicato aggiunge che "l'ultima posizione nota dell'aereo era nello spazio aereo ucraino".

PREMIER MALESE AVVIA INCHIESTA- Il primo ministro della Malesia Najib Razak avvierà "un'inchiesta immediata" circa il presunto schianto del volo MH17 della Malaysia Airlines nei cieli dell'Ucraina. Hismahuddin Hussein, ministro della Difesa malese, afferma che al momento non ci sono conferme che l'aereo sia stato abbattuto e di avere dato ordine alle forze armate di verificare. La Malaysia Airlines ha perso i contatti con il volo MH17 mentre si trovava vicino al confine fra Ucraina e Russia, mentre percorreva la rotta fra Amsterdam e Kuala Lumpur.

PUTIN E OBAMA SI PARLANO SU SCHIANTO ARERO IN UCRAINA - Intantoil presidente russo Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Barack Obama hanno discusso dell'aereo della Malaysia Airlines precipitato oggi in Ucraina durante una telefonata. Lo rende noto il Cremlino.


"Il leader russo ha informato il presidente statunitense delle notizie diffuse dai controllori del traffico aereo a proposito dell'aereo malese precipitato in territorio ucraino, giunte appena prima della telefonata", si legge in un comunicato pubblicato sul sito internet del Cremlino. La nota non offre altri dettagli a proposito di cosa si siano detti i due presidenti a proposito dello schianto. Il resto della telefonata, afferma il Cremlino, ha riguardato la situazione generale nell'est dell'Ucraina e le recenti sanzioni Usa contro individui e compagnie della Russia.

AEREO CADUTO POTREBBE ESSERE 4° COLPITO DA MISSILE- Se venisse confermato che l'aereo della Malaysia Airlines caduto oggi in Ucraina è stato abbattuto, si tratterebbe del quarto caso confermato di volo di linea colpito da missili. Secondo il sito Flightglobal's Ascend Online Fleets, l'aereo era un Boeing 777-200ER, consegnato alla Malaysia Airlines il 30 luglio 1997. Sulle spalle aveva oltre 43mila ore in volo e 6.950 decolli e atterraggi. Di seguito i tre precedenti casi confermati di aerei di linea colpiti in volo da missili:

VOLO KOREAN AIR LINES 902, 20 APRILE 1978: L'aereo, un Boeing 707, deviò dalla sua rotta originale mentre era in viaggio da Parigi a Seul e sorvolò l'Unione Sovietica. Un caccia sovietico sparò due missili contro il velivolo, colpendolo a un'ala e costringendolo a effettuare un atterraggio di emergenza su un lago ghiacciato. Due dei 97 passeggeri a bordo morirono a causa del missile che colpì l'aereo.

VOLO KOREAN AIR LINES 007, 1° SETTEMBRE 1983: Il velivolo, un Boeing 747, fu colpito da almeno un missile aria-aria sovietico, dopo avere invaso lo spazio aereo dell'Unione Sovietica. Morirono tutte le 249 persone a bordo, 240 passeggeri e 29 membri dell'equipaggio.


VOLO IRAN AIR 655, 3 LUGLIO 1988: L'aereo, un Airbus A300B2, venne abbattuto da un missile terra-aria sparato dalla nave da guerra statunitense Uss Vincennes. Rimasero uccise tutte le 290 persone a bordo, di cui 274 erano passeggeri e 16 erano membri dell'equipaggio.


Immediate le reazioni della comunità internazionale che mostra toni di grande preoccupazione.

OBAMA: SCHIANTO AEREO MALESE E' TERRIBILE TRAGEDIA - "I nostri pensieri e le nostre preghiere sono per tutte le famiglie dei passeggeri, da qualunque parte del mondo arrivassero", ha aggiunto il presidente che, prima di partire per Wilmington, aveva parlato dello schianto e di altre questioni concernenti l'Ucraina con il presidente russo Vladimir Putin. "I nostri pensieri e le nostre preghiere sono per tutte le famiglie dei passeggeri, da qualunque parte del mondo arrivassero", ha aggiunto il presidente Usa che, prima di partire per Wilmington, aveva parlato dello schianto e di altre questioni concernenti l'Ucraina con il presidente russo Vladimir Putin.

RENZI: AEREO CADUTO NOTIZIA DRAMMATICA, PREOCCUPANTE - Il presidente del Consiglio Matteo Renzi è profondamente scosso per l'aereo della Malaysia Airlines precipitato nel pomeriggio. "Una notizia drammatica e dai contorni molto preoccupanti" la definisce il premier italiano che guida il semestre dell'Unione Europea. "Le nostre autorità stanno facendo le loro verifiche - aggiunge - l'intera comunità internazionale segue con enorme apprensione questa dolorosa vicenda".


ALITALIA MODIFICA ROTTE DOPO AEREO CADUTO IN UCRAINA- L'Alitalia ha deciso di modificare le rotte dei propri aerei per evitare di sorvolare l'Ucraina orientale, in seguito allo schianto di un Boeing 777 della Malaysia Airlines. Lo riporta il sito web della Bbc. La stessa decisione è stata presa anche da altre grandi linee aeree mondiali, fra cui Lufthansa, Air France, British Airways, Aeroflot e Turkish Airlines.


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata