Obama a Xi Jinping: Soluzioni in cyber-sicurezza o legami difficili

Rancho Mirage (California, Usa), 9 giu. (LaPresse/AP) - Secondo giorno di colloqui informali in California per i presidenti Usa e cinese, Barack Obama e Xi Jinping. L'informalità era evidente anche per il look dei due leader, entrambi in camicia e senza cravatta. Dopo che già ieri hanno discusso di cyber-sicurezza, dicendosi pronti a collaborare sulla spinosa questione, oggi sono tornati sull'argomento. Obama ha dichiarato che se la questione non sarà affrontata adeguatamente, le relazioni saranno difficili. I due leader hanno parlato anche della necessità che la Corea del Nord sia denuclearizzata.

OBAMA: SOLUZIONI SU CYBER-SICUREZZA O RELAZIONI DIFFICILI. "Se (la questione della sicurezza informatica, ndr) non sarà affrontata, se continuerà a esserci questo furto diretto di proprietà Usa, questo sarà un problema molto difficile nelle relazioni economiche e potrebbe essere un impedimento al fatto che queste realizzino il loro pieno potenziale", ha dichiarato Obama, secondo quanto ha riferito il suo consigliere alla Sicurezza interna, Tom Donilon, dopo i colloqui. Risolvere le questioni legate alla sicurezza informatica sarà "la chiave del futuro" delle relazioni tra Usa e Cina, ha dichiarato Donilon.

XI: CONTRARIO A CYBER-SPIONAGGIO. Il presidente cinese si è detto contrario a ogni forma di spionaggio informatico, auspicando che ci sia collaborazione con gli Usa sulla questione. "La sicurezza informatica non deve diventare la radice di mutui sospetto e frizione tra i nostri due Paesi. Piuttosto, dovrebbe essere un nuovo lato positivo nella nostra collaborazione", ha detto il consigliere Yang Jiechi. Ha aggiunto che i due presidenti "hanno tracciato una nuova via" lontana della passate divergenze tra Washington e Pechino, "parlando di cooperazione e non nascondendo le differenze".

STOP A NUCLEARE IN COREA DEL NORD. Obama e Xi concordano sul fatto che la Corea del Nord debba essere denuclearizzata e che nessun Paese debba accettare il contrario. Mentre Pechino è uno dei maggiori alleati e partner economici di Pyongyang, Xi ha mostrato crescente insofferenza alle minacce e azioni del Paese coreano. "La Cina ha intrapreso numerosi passi negli ultimi mesi per inviare un chiaro messaggio alla Corea del Nord, tra cui il duro rafforzamento di sanzioni e dichiarazioni pubbliche da alti leader", ha dichiarato Donilon, dopo i colloqui.

COLLABORAZIONE PROSEGUIRA'. Obama e Xi si incontreranno probabilmente di nuovo a settembre in Russia. Il presidente cinese ieri ha anche invitato Obama a recarsi presto nel suo Paese per colloqui informali simili a quelli conclusi ora in California. Ha inoltre promesso che le discussioni, nel frattempo, proseguiranno per telefono e per scritto.

MICHELLE OBAMA SCRIVE A MOGLIE XI. La first lady americana Michelle Obama ha inviato una lettera alla moglie del presidente cinese Xi Jinping, dandole il benvenuto nel Paese e dicendosi dispiaciuta di non averla incontrata. Lo ha fatto sapere la Casa Bianca. Peng Liyuan ha accompagnato il marito nel viaggio in California, in cui ha incontrato il presidente Usa. La first lady Michelle Obama è invece rimasta a Washington.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata