Obama a Cuba, Google, Booking e Carnival pronte a sbarcare
I colossi porteranno Internet, turismo e prenotazioni online

Booking.com ha firmato un accordo con Cuba in base al quale sarà la prima impresa statunitense per le prenotazioni di hotel online a operare sull'isola. L'annuncio giunge nel secondo giorno della storica visita del presidente degli Stati Uniti Barack Obama sull'isola. Ad aprile, secondo quanto ha spiegato a Efe un portavoce di Booking.com, gli hotel cubani cominceranno a essere disponibili solo per i cittadini statunitensi autorizzati a viaggiare a Cuba e non per i turisti del resto del mondo. I primi alberghi che saranno disponibili ad accettare prenotazioni online saranno nella capitale L'Avana, ma l'accordo siglato prevede di estendere l'offerta anche ad altre località turistiche dell'isola. E anche un altro colosso americano è pronto a sbarcare sull'isola: Google, che estenderebbe l'accesso a Internet, secondo quanto ha detto Obama stesso in un'intervista rilasciata ad Abc News.

La compagnia Carnival Corporation ha ottenuto il permesso per il suo primo viaggio crociera tra Stati Uniti e Cuba, viaggiando da Miami all'Avana con partenza il primo maggio. Le autorità cubane hanno dato l'assenso dopo mesi di incertezza, mentre è in corso la visita all'Avana del presidente americano Barack Obama. È la prima volta in 50 anni che una crociera del genere è permessa. La nave Adonia viaggerà con il marchio Fathom, che propone viaggi di scambio culturale, e trasporterà 704 passeggeri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata