Nuovo video Isis: Uccise 5 'spie' britanniche, minacce e insulti a Cameron

Londra (Regno Unito), 3 gen. (LaPresse) - Lo Stato islamico ha diffuso un nuovo video, in cui un combattente che parla con accento britannico insulta e derie il premier di Londra David Cameron, prima di mostrare la presunta esecuzione di cinque "spie" del Regno unito. Nel filmato di 10 minuti compare un militante con il volto coperto, che minaccia attacchi contro il Regno Unito. Poi, un giovane che parla in inglese parla dell'uccisione degli infedeli.

Il jihadista mascherato afferma: "Com'è strano che il leader di una piccola isola ci minacci con un pugno di aerei. Pensavamo avessi imparato dalle lezioni del tuo patetico maestro a Washington e dalla sua fallita campagna contro lo Stato islamico". Poi prosegue, insultando Cameron: "Invece sembra che tu, così come i tuoi predecessori Blair e Brown, sia solo arrogante e stupido. Perché David, tu sei più che imbecille. Solo un imbecille si permetterebbe di fare la guerra a una terra dove la legge di Allah regna sovrana e dove la gente vive la giustizia e la sicurezza della sharia. Solo un imbecille si permetterebbe di far arrabbiare gente che ama la morte nel modo in cui tu ami la vita".

Il filmato diffuso online, non ancora verificato in modo indipendente, mostra anche cinque uomini che "confessano" di aver ripreso e fotografato dei luoghi legati allo Stato islamico in cambio di denaro, a Raqqa, capitale dell'autoproclamato califfato. Alcuni dicono di essere originari di Raqqa in Siria, un altro di Bengasi in Libia, ma nessuno dice di provenire dal Regno Unito. Sono vestiti in tute arancioni e fatti inginocchiare nel deserto, poi uomini mascherati li uccidono sparando loro alla testa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata