Nuovi raid Israele su Gaza: uccisi 7 militanti. Hamas promette vendetta

Gerusalemme, 7 lug. (LaPresse/AP) - Nuovi attacchi aerei di Israele sulla Striscia di Gaza nella notte hanno ucciso nove militanti palestinesi, di cui sette di Hamas. E il gruppo promette vendetta: "Il nemico pagherà un prezzo enorme". Quello di oggi, registrato mentre l'esercito israeliano ribadisce che i raid sono stati compiuti in risposta all'aumento di lanci di razzi negli ultimi tempi, è il bilancio più alto di militanti uccisi negli scontri in corso da circa tre settimane. Le nuove tensioni seguono il sequestro e l'omicidio di tre ragazzi israeliani in Cisgiordania e il successivo omicidio di un ragazzino palestinese a Gerusalemme. Questi, il 16enne Mohammed Abu Khdeir è stato trovato morto mercoledì in un bosco di Gerusalemme, poche ore dopo che era stato rapito non lontano dalla sua casa. Il suo corpo era carbonizzato e l'autopsia ha rivelato che è stato arso vivo. Ieri la polizia israeliana ha arrestato diverse persone, secondo i media del Paese sei estremisti ebrei. Netanyahu ha dichiarato che i responsabili dell'omicidio saranno puniti duramente, perché "Israele non fa differenza tra il terrorismo arabo e quello ebraico".

L'esercito israeliano intanto fornisce i numeri relativi ai lanci di razzi e alla sua risposta aerea. Sono stati 150, riporta, i razzi sparati dalla Striscia di Gaza contro il territorio dello Stato ebraico, nelle ultime settimane. Nella notte scorsa sono stati una decina, uno dei quali ha ferito un soldato, e ieri 25. Da parte sua, l'esercito israeliano ha colpito durante la notte 14 luoghi definiti "siti terroristici". Tra essi un tunnel al confine con la Striscia, in cui sono morti i sette militanti di Hamas. Erano coinvolti nei lanci di razzi, afferma Israele. "Continueremo - ha detto il colonnello Peter Lerner, portavoce delle forze armate - ad agire per indebolire e rendere inoffensiva l'infrastruttura terroristica di Hamas, colpendo i suoi depositi, le strutture per la produzione di razzi e quanti minaccino il benessere degli israeliani nel sud del Paese". Ha definito i lanci dai Territori palestinesi "insostenibili e inaccettabili".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata