Nozze gay, Corte suprema Usa dice sì. Obama: Svolta storica

San Francisco (California, Usa), 27 giu. (LaPresse/AP) - In California i matrimoni gay potranno nuovamente essere celebrati tra 25 giorni. Lo ha fatto sapere la Corte d'appello del nono circuito, dopo che ieri la Corte suprema Usa si è espressa contro il divieto alle nozze tra persone dello stesso sesso. In un'altra decisione, la massima corte americana ha anche stabilito che le coppie gay sposate debbano avere gli stessi diritti delle altre, bocciando una parte del Defense of marriage act, che negava loro benefici tributari, sanitari e pensionistici. Ieri il presidente Barack Obama ha definito la decisione della Corte "storica, dicendo che "ha raddrizzato un torto" e che ora "il Paese sta meglio".

La Corte d'appello californiana ha precisato che è "pratica generale" delle corti d'appello attendere che la sentenza della Corte suprema sia ufficiale prima di attuarla. La Corte suprema ha fatto sapere che il divieto alle nozze gay sarà mantenuto anche oltre i 25 giorni, se gli oppositori delle unioni chiederanno di essere riascoltati.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata