Norvegia, carceri sovraffollate: si valuta affitto celle in Olanda

Copenaghen (Danimarca), 9 set. (LaPresse/AP) - Per risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri la Norvegia sta valutando l'ipotesi di prendere in affitto delle celle in Olanda e di trasportare lì alcuni detenuti. È quanto riferisce il portavoce del ministero norvegese della Giustizia, Vidar Brein-Karlsen, spiegando che i colloqui con L'Aia sono in corso e che bisogna risolvere diverse questioni pratiche, tra cui per esempio se le guardie olandesi possano sorvegliare i detenuti norvegesi.

In base al piano, durante la permanenza dei prigionieri in Olanda la Norvegia provvederebbe ad attuare i lavori urgenti di manutenzione nelle proprie carceri. Il portavoce del ministero della Giustizia ha spiegato che attualmente in Norvegia ci sono 1.300 persone in attesa di scontare una pena detentiva. Brein-Karlsen ha precisato che resterebbero in Norvegia i detenuti pericolosi, tra cui per esempio Anders Behring Breivik, responsabile della strage di Oslo e Utoya del 2011 in cui uccise 77 persone. L'accordo con l'Olanda rientrerebbe in un piano ampio mirato a rinnovare le prigioni norvegesi, il cui costo è stimato in 4,4 miliardi di corone (pari a circa 540 milioni di euro), e andrà votato quest'anno dal Parlmento. Per il voto non è ancora stata fissata alcuna data.

Un'altra questione da risolvere sarà con che frequenza i detenuti potranno ricevere visite da parenti e amici che vivono in Norvegia. "Questo è per noi un problema minore, la Norvegia è un Paese grande e talvolta abbiamo persone condannate nel sud della Norvegia che vengono incarcerate nel nord", ha detto ancora il portavoce Brein-Karlsen. "La distanza da Oslo all'Olanda è inferiore", ha aggiunto, ricordando che l'Olanda per anni ha affittato celle al vicino Belgio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata