Norvegia, Breivik: Ero comandante resistenza. Ma giudice lo interrompe

Oslo (Norvegia), 14 nov. (LaPresse/AP) - Anders Behring Breivik, l'autore del duplice attentato dello scorso 22 luglio in Norvegia, ha cercato di tenere un discorso durante la prima udienza pubblica al tribunale di Oslo, ma è stato interrotto dal giudice. L'attentatore ha descritto se stesso come il "comandante" di un movimento di resistenza norvegese, ma il giudice gli ha chiesto di attenersi all'oggetto dell'udienza in cui si deve decidere se estendere la sua detenzione in attesa del processo. La procura ha chiesto di estendere l'arresto di altre 12 settimane con restrizioni sull'accesso ai media, visite e posta. Settantasette persone sono morte nell'esplosione a Oslo e nella sparatoria sull'isola di Utoya, dove era in corso un incontro del Partito laburista. Tra i membri del pubblico presenti oggi in aula c'erano alcune persone sopravvissute alla sparatoria. Verso la fine dell'udienza il giudice ha autorizzato i giornalisti a pubblicare notizie sul procedimento.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata