Nord Irlanda, polizia apre indagine su strage Bloody Sunday del 1972

Dublino (Irlanda), 20 dic. (LaPresse/AP) - La polizia nordirlandese ha aperto un'indagine sulla strage della Bloody Sunday, quando il 30 gennaio del 1972 i soldati britannici aprirono il fuoco contro i manifestanti cattolici nella città di Derry, uccidendo tredici persone. Lo ha annunciato il comandante della polizia Judith Gillespie, dopo aver incontrato i familiari delle vittime. Finora nessuno è stato incriminato per le uccisioni avvenute quarant'anni fa. Gillespie ha fatto sapere che 15 investigatori si occuperanno del caso a tempo pieno, raccogliendo testimonianze e interrogando ex soldati che aprirono il fuoco. I militari, ha spiegato il comandante, saranno trattati come sospetti autori di un reato. Non è possibile stabilire quanto durerà l'indagine, ha detto Gillespie, aggiungendo che i detective "andranno dove li porteranno le prove". I familiari delle vittime e il partito Sinn Fein, il più forte tra i cittadini cattolici in Irlanda del Nord, hanno accolto con favore l'apertura dell'indagine.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata